Liceo-Artistico-design-sede-Cagliari-.jpgAula-Didattica.jpgLiceo-Artistico-laboratorio-orafo.jpgAula-Musicale-1.jpgTeatro-Dante-Aligheri-Liceo-Musicale-B-Cellini---Cagliari-.jpgFoto-Musica-.jpg

Liceo musicale per nuovi talenti
Da settembre l'istituto Benvenuto Cellini di Pirri allarga l'offerta

A Cagliari tira un'aria nuova: sta per decollare l'esperienza del primo liceo musicale cittadino. Da settembre, infatti, l'istituto “Benvenuto Cellini” di via Cantore, a Pirri, fino a oggi solo liceo Artistico per arti e mestieri della tradizione, diventerà sede anche del liceo musicale. Una scuola paritaria (non statale), accreditata dal ministero dell'Istruzione, dove tanti giovani appassionati di musica potranno sviluppare le competenze necessarie per acquisire, anche attraverso specifiche attività funzionali, la padronanza dei linguaggi musicali e maturare la necessaria prospettiva culturale, storica, estetica, teorica e tecnica.

«Il nostro obiettivo è quello di formare musicisti con la “M” maiuscola», spiega Aldo Langione, dirigente scolastico del Cellini. «Avremo grandi artisti e maestri che lavoreranno con gli studenti, laboratori di musica, e un piano formativo che rispecchia i canoni imposti dalla riforma Gelmini». La preparazione per gli studenti sarà completa e alla fine del percorso, chi lo vorrà potrà accedere a qualsiasi corso universitario.
«L'offerta», sottolinea il dirigente scolastico, «è quella di un liceo a tutti gli effetti. Oltre allo studio delle discipline di base, come l'italiano, la matematica, la storia, 14 ore alla settimana saranno dedicante esclusivamente alla musica».

Fino ad oggi, a Cagliari, solo il Convitto Nazionale di via Manno ha fatto un esperimento simile, sviluppando l'indirizzo musicale. «Noi siamo una scuola paritaria», ribadisce Langione, «e come tale riteniamo di avere un'elasticità maggiore rispetto alle scuole pubbliche che ci consente di sostenere meglio, lungo tutto il percorso, i giovani di talento.

In Sardegna sono tanti coloro che non riescono a emergere, e una delle cause è proprio la mancanza di opportunità. Ecco», continua Langione, «il liceo musicale offre questa opportunità». Ora, quindi, ai ragazzi con la musica nel sangue, sarà data la possibilità di seguire la loro passione anche al liceo, proseguendo gli studi con una formazione scolastica completa nel campo della musica. Gli studenti potranno studiare diversi strumenti, come pianoforte, chitarra, violino. A settembre è prevista una prova selettiva: entrerà soltanto chi dimostra di avere basi di cultura musicale.

Il liceo musicale, dunque, sta per diventare realtà.